"IN THE PAST IS THE FUTURE"

Click here to edit subtitle

Il motivo principale che ci ha convinto ad intraprendere questa nuova esperienza è stato la possibilità di lavorare, in un contesto rurale, insieme agli Asini di Miranda. Siamo convinti che la collaborazione con questo fantastico animale possa arricchirci di una profonda ed importante esperienza che cercheremo di far vivere anche ai nostri ospiti.
L'asino di Miranda, originario di una piccola regione a nord del Portogallo, è a rischio estinzione. Crediamo che l'utilizzo dell'asino nel turismo ecoculturale con attività ludico terapeute, oltre a ridare dignità al nostro amico, ci aiuti a ritrovare i giusti equlibri tra l uomo e la natura.


L'accoglienza e ospitalità è  da sempre il nostro lavoro, qui vogliamo fare un esperienza nuova. Questa non deve essere una normale attività ricettiva ma insieme ai nostri ospiti vogliamo quotidianamente vivere l' ambiente nel suo essere autentico e vero, acquisendo informazioni sempre nuove. Fondamentali  saranno gli scambi umani di esperienza e cultura. L'ospite dovrà essere per noi fonte di arricchimento.

" IN THE PAST IS THE FUTURE"

Nel cuore del Portogallo,nelle vicinanze di Castelo Branco,nella campagna piu dolce e rilassante, a contatto con antichi animali , immersi nel verde, a ritrovare l armonia dello spirito e del corpo,scoprendo i ritmi e le buone abitudini del passato.        

Bettina e Cesare vi aspettano, per fare insieme un esperienza interattiva nella natura.

 

in una piccola struttura ricettiva composta da una casa principale tipica della zona Beira Baxia. divisa in n.5 appartamenti, tutti con ingresso indipendente, un locale con grande forno a legna e cucina, un ampio patio centrale. Adiacente una grande piscina con giardino ed  un area per i nostri asini ed i nostri cavalli.

CUCINA - Offriamo agli ospiti la prima colazione. Potra' essere organizzata, su richiesta,  anche la cena.  Dovranno essere momenti estremamente conviviali a ritrovare l'atmosfera, dimenticata, delle grandi tavolate contadine. Quindi il menu nascerà dai prodotti dei campi, dalla tradizione locale e dalle opportunità che di volta in volta si presenteranno. Sarà comunque l'occasione per riaccendere il vecchio forno del pane.